Parole sfuse che costano meno

Le donne vengono da Venere, gli uomini da Garbatella

Ding dong, la strega è morta!

Si torna a parlare di grande cinema. Dopo un lungo silenzio legato all’innumerevole serie di bufale che mi sono sciroppato, mi sento di nuovo motivato a scrivere da un film che attendevo da tanto tempo: “Rockanrolla”!

La prima domanda di un pubblico distratto è sicuramente : “e che cacchio di film è?”.

La seconda altrettanto ovvia: “che c’azzecca col titolo del post?”

Mi rendo conto che la pellicola non sia stata pubblicizzata ai più come i dati auditel del TG1 sul terremoto però il tutto è dovuto ad un interminabile oblio dove il regista era sprofondato per colpa appunto della malefica megera.

Sto parlando del talentuoso Guy Rithcie  e di quella malefica scopa di saggina di sua moglie, Louise Veronica Ciccone ossia Madonna.

Prima di conoscere l’infame megera abruzzese Guy era un regista di genio. Aveva sfornato due gioielli di film “Lock&stock” e “The snatch” e si apprestava a diventare lo Scorsese degli anni 2000 quanto ad efficacia delle immagini ed innovazione del montaggio e delle storie.

Come ogni uomo di genio ha cercato la sua musa, il suo pomo dorato ed invece ha trovato una patata fradicia che per 5 anni non ha fatto altro che cornificarlo con tutto l’elenco A-L di Londra ed impoverire il suo talento obbligandolo a farla recitare nel remake di un film della Wertmuller.

A chi dovesse ritenere troppo astioso il mio giudizio sulla merciaia di Brooklyn faccio notare che a casa mia Madonna non è mai stata vista di buon occhio, forse per una certa spocchia snob che a onor del vero contraddistingue più i maschi delle femmine. Mi ricordo bene che quando usci il video di “Like a virgin” mi padre fissò lo schermo disgustato e disse: “che sciatteria, che voce mediocre, una così non andrà mai da nessuna parte”. Bel colpo papà, meno male che non fai l’astrologo.

Tornando al film, il voto assoluto è un 7+, il voto come film di genere è 8 tondo tondo.

Abbandonate le velleità di darsi un tono, Guy è tornato al genere che gli scorre nelle vene più dei globuli rossi. Il gangster movie.

Rockanrolla ha tutto, un cast fatto solo di cattivi, una trama complicata ma non troppo, un numero elevato di morti bizzarre, qualche bonazza discinta e un finale aperto ed accattivante. Montaggio e regia sono più conservative del passato ma non ci si annoia mai ed il climax è costantemente ascendente nell’attesa che tutti i fili della trama e dell’ordito si ricompongano in un quadro unico.

Difetto cronico del film è la sua assoluta incompatibilità col gusto femminile, o almeno delle donne che ho il piacere di ritenere tali, per cui se non avete un compagno di merende per questo genere di minchiate sarete condannati a vederlo nella clandestinità del vostro salotto.

Ben tornato Guy e come disse il Meandri: “Ma non era meglio se si nasceva tutti finocchi?”

Annunci

aprile 30, 2009 - Posted by | Mariani Consiglia

3 commenti »

  1. Secondo me sarebbe stato meglio se si fosse nate tutte donne…

    Commento di MO34 | maggio 1, 2009 | Rispondi

    • Approvo.. però le donne non giocano a calcio (mediamente) per cui mi tengo la prima ipotesi

      Commento di zemariani | maggio 1, 2009 | Rispondi

    • E comunque ancora benvenuto ad un nuovo ospite..
      daje!

      Commento di zemariani | maggio 10, 2009 | Rispondi


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: