Parole sfuse che costano meno

Le donne vengono da Venere, gli uomini da Garbatella

Le verità nascoste

Durante la settimana, da tantissimi amici o anche solo da conoscenti, mi sono sentito rivolgere la seguente domanda: “ma come, il Papa si frattura una mano in modo misterioso e tu non dici nulla?”.
Li per li sono rimasto di sasso. Non c’è mai stata ombra di malizia in me. In tutti questi anni mi sono sempre considerato un avversario fiero ma leale dello stabile sito in via della conciliazione e quindi non vedevo nulla di strano o di sospetto nella frattura tranne forse il fatto che i nuovi gessi somigliano moltissimo alle uniformi dei pizzardoni a piazza Venezia.
gesso
Poi le richieste si sono fatte sempre più pressanti e certo di fare cosa gradita anche all’interessato in nome del motto “vox populi, vox dei” ho messo in moto la macchina investigativa.
Sono bastate poche indagini mirate nel mondo della distillazione clandestina per scoprire laverità.
Seguendo il richiamo del sangue e dell’istinto secolare della sua nazione (no, non perseguitare le minoranze) il santo padre ha cominciato a fare il birraio e il rarissimo reperto di cui sono entrato in possesso lo dimostra.
birra
Pare che la frattura sia arrivata al culmine di una festa di presentazione del marchio in cui l’allegro alemanno, forse non lucidissimo, ha provato a impressionare gli invitati (la solita gente.. Corona, Belen, Paris Hilton, Mike Tyson, i Beckham, Cosimo Mele e Sircana…) aprendo una bottiglia con un colpo di karate portato col taglio della mano e centrando invece la fronte del chierichetto che la teneva sulla testa per rinverdire il mito di Guglielmo Tell.

PS Come TUTTE le foto contenute in questa scatola di vaniloqui, anche queste sono al 100% vere e non frutto di fotoshop o contraffazioni, spero che in sede di giudizio possa essere considerata una attenuante

Annunci

luglio 21, 2009 - Posted by | Er cuppolone

3 commenti »

  1. Ora mi aspetto una lutheran ale…

    Commento di Cosimo | luglio 22, 2009 | Rispondi

  2. la tua richiesta di commenti andrebbe in teoria declinata da parte di un cattolico praticante come cerco di essere nonostante la pigrizia. Ciò nonostante credo di non offendere nessuno dicendo la mia:
    il Santo Padre non si tocca, ma la birra si: beviamola.

    Commento di andrea cugino | luglio 23, 2009 | Rispondi

  3. Emilio è persona fin troppo intelligente per non sapere lui per primo che, nelle sue invettive contro la Chiesa, spesso e volentieri gioca ben al di là del filo del paradosso.

    A volte, quindi, il commento del lettore dissenziente rischierebbe d’essere un fuor d’opera più ancora del testo che si commenta.

    Del resto, ad uno spirito genuinamente critico non è utile controbattere in breve nelle poche righe di un blog poiché è alto il rischio di ribadire ciò che è già ovvio al destinario stesso della replica (ma che piacere sarebbe parlarne diffusamente…).

    Mi limito ad una semplice battuta (che peraltro non c’entra moltissimo con il post sopra): “Caritas in veritate” è la cosa più di sinistra che ho letto negli ultimi vent’anni…

    Un abbraccio

    Commento di Giuseppe | luglio 27, 2009 | Rispondi


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: