Parole sfuse che costano meno

Le donne vengono da Venere, gli uomini da Garbatella

Las Cronicas Peruanas (Seconda parte)

I due giorni trascorsi in capitale hanno accresciuto i miei dubbi sulla bontà della mia scelta. I peruviani per 600 anni sono stati bastonati furiosamente sulla groppa dagli invasori spagnoli e questo anziché domare il loro carattere orgoglioso li ha fatti potentemente incazzare ragion per cui, almeno d’aspetto, ogni persona che ho incontrato sembrava non solo capace ma addirittura felice di appendermi per gli alluci a un palo aprirmi l’addome e mettermi il duodeno a tracolla come una ghirlanda di fiori.
In realtà in nessun momento della vacanza questa possibilità si è mai avvicinata lontanamente al compimento ma il fatto che in ogni angolo di strada ci siano esercito e polizia in assetto antisommossa mi ha lasciato convinto della mia asserzione preliminare.
Per sfuggire al giogo mentale del controllo statale i peruviani si organizzano in circoli fintamente cospiratori. Bevono in circolo, parlano in circolo a bassa voce, eseguono transazioni nei vicoli anche se non fanno nulla di male.. ma non si può mai sapere..
Come sempre accade quando la morsa della censura si fa più serrata l’ingegno emerge e la fantasia si scatena.Di fronte a questo murale mi sono fermato applaudendo per 20 secondi, poi un gendarme m’ha adocchiato e mi sono dileguato in una nuvoletta di polvere come nei cartoni Warner.

L’italiano comunque a mille motivi per sentirsi a casa sua in Perù. Innanzi tutto perché nei 190 anni di repubblica i capi di stato sono stati 150, secondariamente perché il paese sfoggia con orgoglio la medaglia di bronzo conferitagli dalle nazioni unite come terzo paese più corrotto del sud america e soprattutto perché  tutti e due gli ultimi presidenti sono stati inquisiti per corruzione e peculato, processati (siamo ancora un po’ indietro) ma rimangono amatissimi dal popolaccio boia che non potendo più votarli perché latitanti voterà a maggio per le loro figlie nella speranza di una amnistia presidenziale che li riporti in patria. Altro che partito dell’amore.

Usciti da Lima (non senza una piccola nota di sollievo visto il puzzo stagnante) per la prima volta mi sono preoccupato di scoprire quale sarebbe stato l’itinerario.
In effetti sul pulmino mi sono reso conto che del viaggio che avevo intrapreso sapevo poco o nulla così come della compagnia  che m’era toccata in sorte.
Anche se tutti quelli che mi conoscono mi ridono in faccia quando lo dico, nel profondo ho in indole riservata e chiusa, timida. Se non mi viene concessa confidenza io posso rimanere per periodi lunghissimi senza nemmeno una parola per cui dopo 36 ore dalla partenza avevo scambiato a malapena dei mozziconi di frase con gli altri viaggiatori studiandoli come un etologo in una foresta e tramando una rivolta contro l’ordine costituito visto che lo schema alberghetto ristorantino che sembrava dover prendere quota non si confà al mio amore sviscerato per le bettole ed il cibo cucinato sui radiatori delle auto.
Nelle assegnazione delle camere il destino cinico e baro mi ha giocato un tiro mancino ripagando moralmente tutti gli sventurati (amici o compagne) che hanno diviso il letto con me accoppiandomi con Daniele, simpatico e canuto signore romano, fumatore incallito e soprattutto capace di generare russando più decibel di una betoniera lanciata a manetta sui sampietrini di via Nazionale.

To be continued

Annunci

aprile 28, 2010 - Posted by | Editoriali

3 commenti »

  1. Tu non sai come sono incazzosi in Belize… Chiedi a Fjortoft!
    Bentornato eh

    Commento di Moi | aprile 28, 2010 | Rispondi

  2. Per certi fenomeni fisici 5-6 minuti è un periodo lunghissimo.

    Commento di Tuttoèrelativo | aprile 28, 2010 | Rispondi

  3. amo quel murales!

    Commento di elena | aprile 29, 2010 | Rispondi


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: